Pannelli Fotovoltaici Prezzi quanto costa un Impianto

I prezzi dei pannelli fotovoltaici sono in costante discesa da parecchi anni. Un po’ come avviene per tutta la tecnologia, in particolare per i chip che aumentano la loro potenza di calcolo ed in maniera proporzionale costano di meno, anche il settore fotovoltaico sposa questo trend.

Basti pensare a quanto costava un impianto fotovoltaico da 3 Kw dieci anni fa e quanto adesso. Se ci volevano 15.000 euro oggi si spende un terzo di quella cifra. Chiaramente siamo orfani degli incentivi del Conto Energia, il sistema allora era quindi un po’ drogato. Tutti compravano moduli fotovoltaici perchè la spesa affrontata si ripagava molto bene grazie ai generosi incentivi ventennali. Le cose sono cambiate, ma di contro anche l’investimento richiesto per l’acquisto di un sistema PV si è abbassato.

Sotto abbiamo riportato un grafico sul trend dei prezzi dei moduli fotovoltaici analizzato da GTM Research, società di ricerca che si dedica all’ analisi di mercato del solare.

grafico prezzi fotovoltaici

Come potete notare manca il nostro paese, ma possiamo rifarci all’ andamento di quelli della Germania, un mercato molto simile al nostro.

GTM Research prevede un calo del 27% dei prezzi medi a livello mondiale entro il 2022, pari a circa il 4,4% ogni anno. La riduzione dei costi non è limitata solo agli Stati Uniti, ma a livello globale e, in alcuni casi, si traducono in decrementi dei prezzi ancora più netti di quelli che stanno vivendo in America.

Il trend al ribasso nei prezzi non è legato solo ai moduli, ma si riferisce anche agli inverter, alle batterie per l’accumulo di energia, agli inseguitori solari e persino costi di manodopera. E ogni nazione ne trarrà beneficio.

La ricerca sottolinea come “molte delle politiche che hanno creato delle restrizioni alle importazioni come i famosi dazi ai moduli cinesi sono state erose dalle forze del mercato“. In Europa, compreso quindi anche il nostro paese, siamo arrivati sotto 1 euro per watt. Questo significa che il costo, per la sola parte dell’ acquisto dei moduli è di 1000 euro per kilowatt + iva. Sono quotazioni abbastanza realistiche ed infatti se confrontate il prezzi di qualche preventivo vi renderete conto che non ci discostiamo molto da questi prezzi.

GTM Research rileva che il sistema di appalti indiani ha prodotto offerte estremamente competitive e, di conseguenza, prezzi quasi inimmaginabilmente bassi. L’India sta vedendo ai prezzi piú bassi al livello mondiale, meno anche rispetto alla Cina. E’ qui che si sta concentrando il mercato piú grande grazie anche alla’insolazione maggiore e alla fame di energia.

Il rapporto rileva che i prezzi dei moduli fotovoltaici al momento sono a 65 centesimi di dollaro per watt.

Il segreto di questi prezzi bassi? Ovviamente il costo della manodopera, addirittura piú bassa rispetto alla Cina. ( mercati con manodopera a basso costo hanno maggiori probabilità di utilizzare sistemi di inclinazione fissa, abbassando ulteriormente i prezzi dei sistemi chiavi in ​​mano.

Come sottolinea il rapporto, anche in Cina i costi non sono elevati, appena 11 centesimi per watt in più rispetto all’India.

I prezzi dei moduli in silicio multicristallini sono diminuiti del 12% tra il 016 ed il 2017 e anche per il 2018 ed il 2019 il trend è al ribasso. Il rischio che il trend si inverta e che quindi cresca il costo, è legato ai dazi che potrebbero essere applicati su prodotti importati dall’ India.

produzione fotovoltaico nel mondo

produzione fotovoltaico nel mondo dati 2016

Prezzi degli impianti tutto compreso in Italia

(moduli pv, inverter, cavi, staffe, progettazione, pratiche per allaccio alla rete e montaggio)

  • prezzi pannelli fotovoltaici 1 Kw: 2000 euro
  • prezzi pannelli fotovoltaici 2 Kw: 3800 euro
  • prezzi pannelli fotovoltaici 3 Kw: 5600 euro
  • prezzi pannelli fotovoltaici 4 Kw: 7000 euro
  • prezzi pannelli fotovoltaici 6 Kw: 10500 euro

Prezzi moduli low cost cinesi

non tutti i moduli sono uguali, alcuni costano di piú ed altri di meno. Quelli cinesi sono i piú conveniente e attualmente si tratta anche di prodotti molto validi. Yingli, Canadian Solar, Trina, Jinko solar, Hanwha sono le piú rinomate e anche tra le top companies nel mondo per quanto riguarda la produzione totale. I loro moduli hanno raggiunto efficiente che sfiorano il 20%, sono affidabili e durevoli nel tempo.

Ben nove delle prime 10 società al mondo sono cinesi, Hanwha Q-CELLS è coreana. Naturalmente Hanwha ha fatto il suo ingresso nel settore fotovoltaico da poco acquisendo Solarfun (cinese), prima dell’acquisizione di Q-CELLS, rebranding su Hanwha Q-CELLS e successivamente configurando operazioni su celle / moduli basati su GW in Cina, Malesia e Corea del Sud.

Il dominio del 90% delle aziende cinesi nella top 10 del 2018 dovrebbe porre l’ovvia domanda: perché? Ci sono realtà anche europee come Bosch, oppure i giapponesi di Panasonic e gli americani di Sunpower. Come mai i cinesi si sono affermati?

Ci sono due ragioni per spiegarlo.

Innanzitutto, la maggior parte dei primi 10 fornitori di moduli ha fabbriche nel Sud-Est asiatico (Malesia, Tailandia e Vietnam) o ha accordi OEM con operazioni finanziate dalla Cina in Vietnam. Da solo, questo supera le restrizioni sulle importazioni  sia europee che statunitensi.

Tuttavia, l’altro motivo principale è che il mercato cinese è il primo al mondo per installazioni . La Cina conta oltre il 50% delle spedizioni globali di moduli, non ci vuole uno scienziato missilistico per concludere che i costruttori di moduli / celle cinesi multi-GW si troveranno su tutte le classifiche top 10 globali per il 2018 (e 2019).

Un pannello da 300 watt delle suddette case lo troviamo ad un prezzo compreso tra 300 e 350 euro.

Prezzi moduli alta efficienza

qui possiamo raggruppare due marche, ovvero Panasonic (che ha comprato la tecnologia di Sanyo) e Sunpower. I primi giapponesi i secondi statunitensi. Questi pannelli costano di piú perchè i rendimenti arrivano al 21-22%. Li troviamo a circa 450 euro per un modulo da 300 watt. Ma ovviamente riescono a produrre piú energia elettrica durante l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *