Doccia Solare come funziona e come Realizzarla



Una doccia solare è un mezzo molto semplice per riscaldare l’acqua grazie all’energia prodotta dal sole. E’ un sistema “sospeso”in alto, l’acqua scende verso il basso come una normale doccia. Funziona raccogliendo energia solare e quindi trasferendo quell’energia sotto forma di calore all’ acqua che viene erogata a caduta.

Forse avete visto dei modelli in vendita nei negozi di accessori da campeggio oppure online. Le docce solari trovano impiego in estate in stabilimenti balneari, nei giardini, a bordo piscina. in balcone, nei camping, per case vacanza ovunque ci sia la possibilità di sfruttare l’irraggiamento solare.

Possiamo realizzare una doccia solare fai date con pochi componenti oppure acquistarla online. Un modello che abbiamo provato e ci è piaciuto molto. E’ QUESTO QUI IN OFFERTA o , in alternativa, se volete spendere qualche decina di euro in piú questo modello piú elegante con serbatoio da 35 litri che offre una maggiore autonomia e ha anche il lavapiedi inferiore.

doccia-solare

Che cos’è una doccia solare

è un modo per riscaldare l’acqua senza utilizzo di elettricità o gas e fare una doccia calda mentre ti godi le attività all’aperto, ma di solito viene utilizzata per il campeggio, in spiaggia o a bordo piscina.

Di solito, una doccia solare sarà composta da una serbatoio, sacca, isolato che contiene acqua prelevata dal rubinetto, un tubo flessibile per scaricare l’acqua e un soffione. La normale pressione del rubinetto dell’ acqua che arriva in casa è sufficiente a far arrivare l’acqua in alto per poi farla scendere.

La sacca per la doccia solare può variare nei materiali ma è spesso realizzata in PVC perché il PVC assorbe il calore a un ritmo rapido e può essere molto resistente.

Il tubo misura da 4 a 2 metri di lunghezza ed è generalmente in gomma, quindi flessibile e resistente.

Il soffione per una doccia solare è spesso in plastica e ricorda quelli in acciaio inox che usiamo nei nostri bagni. I soffioni doccia possono variare da un solo flusso standard a uno regolabile e in alcuni casi hanno una valvola di intercettazione. Ti consigliamo di utilizzare un flusso regolabile o una valvola di intercettazione in modo da poter controllare la quantità di acqua erogata che influisce sull’ autonomia.

Come funziona una doccia solare?

Una doccia solare funziona assorbendo la radiazione solare e trasferendola all’acqua sotto forma di calore. Ciò si ottiene lasciando la sacca alla luce del sole fino a quando l’acqua ha raggiunto una temperatura desiderabile o di picco.

Le docce solari portatili alimentate a gravità devono essere appese sopra la testa in modo che la gravità possa tirare l’acqua lungo il tubo e attraverso la testa della doccia. È importante appendere la sacca più in alto del necessario per sollevare la doccia ed è preferibile che il tubo flessibile sia diritto. Inoltre, quando il livello dell’acqua nella borsa diminuisce, anche la pressione dell’acqua diminuirà.

Alcuni modelli hanno una batteria ricaricabile o normali a stilo per aumentare la pressione dell’ acqua.

Come si usa una doccia solare

L’uso differisce a seconda dei modelli. Se abbiamo a che fare con i modelli semplici da 10 euro, basta riempire la sacca di acqua, appenderla in alto e lasciarla al sole per riscaldarla. A richiesta apriamo il rubinetto e l’acqua calda scende dal tubo che usiamo per lavarci.

 

Per la doccia solare da installare, una volta montata si collega al rubinetto dell’ acqua. La normale pressione che arriva in casa, specie ai piani bassi, è in grado di spingere l’acqua al serbatoio che andrà esposto al sole. Dopo circa 30 minuti è pronta per essere usata.

Doccia solare fai da te

possiamo realizzare una doccia solare con poco utilizzando anche del materiale usato. Seguite passo passo la nostra guida, ecco come fare.

Ecco quello che serve:

  • 30 metri di tubo di irrigazione nero da in POLIETILENE da 16 mm che fungerà da scaldabagno
  • Due connettori “stile tubo da giardino” in polietilene nero (uno per ogni estremità del tubo in polietilene nero)
  • Tubo da giardino verde (la linea dell’acqua fredda)
  • Due splitter “tipo Y”
  • Un piccolo irrigatore

La realizzazione è molto semplice, basta seguire il video qui sotto. Il tubo nero in praitca deve essere arrotolato a spirale e conterrà l’acqua fredda prelevata dal rubinetto. E’ la parte che andrà esposta al sole per generare l’acqua calda. Lo split va collegato al rubinetto per misclelare l’acqua. Qui si connette il tubo nero e verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *